Festa di fine anno: una scuola viva e partecipata è possibile